CASSA ASSISTENZA DIPENDENTI GRUPPO IBM
C.A.D.G.I.
Informazioni Convenzioni Rimborsi Modulistica Contatti
HOME » CONVENZIONI
STATUTO CADGI  


Oggetti e soggetti

 

ART. 1 - DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA
ART. 2 – OGGETTO
ART. 3 – SOCI: REQUISITI E MODALITÀ PER L'ADESIONE
ART. 3 BIS - SOCI ONORARI

 

Organi della C.A.D.G.I.

 

ART. 4 - ORGANI DELLA C.A.D.G.I
 

Il Consiglio d’Amministrazione

 

ART. 5 - COMPOSIZIONE ED ELEGGIBILITÀ
ART. 6 - FUNZIONI DEL CONSIGLIO
ART. 7 - CONVOCAZIONI DEL CONSIGLIO

 

La Giunta Amministrativa

 

ART. 8 - COMPOSIZIONE ED ELEGGIBILITÀ
ART. 9 - FUNZIONI DELLA GIUNTA
ART. 10 - DURATA DELLE CARICHE

 

Il presidente


ART. 11 - IL PRESIDENTE


Il collegio Sindacale

 

ART. 12 - COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

 

Varie

 

ART. 13 - FONDI
ART. 13 BIS – SPESE
ART. 14 - RECESSO DELLA IBM
ART. 15 – RISERVATEZZA
ART. 16 – APPROVAZIONI

 

Oggetti e soggetti

 

ART. 1 - DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA


La Cassa Assistenza Dipendenti Gruppo IBM, di seguito denominata C.A.D.G.I., senza fini di lucro, ha sede in Segrate, Circonvallazione Idroscalo (MI) presso la IBM ITALIA S.p.A.; la sua durata è fissata a tempo indeterminato.

vai all'inizio


ART. 2 – OGGETTO


Oggetto della C.A.D.G.I. è: 

1.      Il rimborso, a favore dei soci e dei loro famigliari a carico, di parte delle spese da essi sostenute per fruire di prestazioni sanitarie integrative a quelle fornite dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Le modalità del rimborso vengono espletate nel rispetto del Regolamento per le prestazioni sanitarie della Cassa Assistenza Dipendenti Gruppo IBM vigente alla data del documento di spesa presentato per il rimborso.     

vai all'inizio


ART. 3 – SOCI: REQUISITI E MODALITÀ PER L'ADESIONE


Sono soci della C.A.D.G.I. :

1.      Le società di diritto italiano il cui capitale sociale sia detenuto, direttamente o indirettamente e per più del 50%, dalla International Business Machines Corporation; sono escluse quelle già esistenti ed operanti sul mercato delle quali sia acquisito dalla IBM più del 50% del capitale sociale. Di seguito con la dicitura "IBM ITALIA" si intende la sola società IBM ITALIA S.p.A. con sede in Segrate, Via Circonvallazione Idroscalo; con la dicitura "consociate" si intendono tutte le società che rispondono ai requisiti di cui sopra esclusa la IBM ITALIA S.p.A.;

2.  Tutti i dipendenti assunti dalla IBM ITALIA e dalle consociate con contratto di lavoro regolato dal diritto italiano, inclusi gli apprendisti assunti in vigenza dell’accordo sindacale allegato, che preveda la originaria sede di lavoro in un comune italiano, che ne abbiano fatto richiesta scritta su apposito modulo all'atto dell'assunzione (di seguito Soci).

3.  Tutti coloro il cui rapporto di lavoro è stato parzialmente novato con il passaggio a quadro, come definito dal punto III lettera b) dell'accordo sindacale sottoscritto da IBM con le RSA Dirigenti in data 29 marzo 2016, e che ne abbiano fatto apposita richiesta scritta entro luglio 2016.

4.  Tutti coloro il cui rapporto di lavoro è stato parzialmente novato con il passaggio da dirigente a quadro e che ne abbiano fatto apposita richiesta scritta entro 30 giorni dalla data della novazione.

5.  I dipendenti posti in Naspi, per un periodo massimo di 12 mesi, comprensivi dell´eventuale periodo di preavviso liquidato.

In deroga a quanto previsto al comma precedente, al fine di evitare la duplicazione dei costi per assistenza sanitaria sostenuti, la richiesta di adesione da parte dei dipendenti il cui rapporto di lavoro con IBM è stato originato dall'acquisizione delle aziende SAP Italia Consulting S.p.A. e Global Value Services S.p.A. ai sensi e per gli effetti della Legge 29-12-1990, n. 428, art 47 e successive modificazioni avente decorrenza come affitto d'azienda dal 1° ottobre 2009 e come fusione per incorporazione dal 31 dicembre 2009, potrà essere effettuata a decorrere dal 1° e non oltre il 31 gennaio 2010.

Sono comunque esclusi gli assegnati in Italia, i dipendenti dell’IBM ITALIA e consociate assunti con contratto a tempo determinato e i dipendenti delle società già escluse al punto precedente che non siano trasferiti da altre società nelle quali erano già soci della C.A.D.G.I.

In presenza di continuità del rapporto di lavoro, il recesso può avvenire soltanto quando il Socio maturi i requisiti per beneficiare delle prestazioni di altri Fondi operanti secondo la legislazione in vigore e in base al criterio di esclusività dell’aderenza alla CADGI o ad altri Fondi Sanitari Integrativi di categoria. 

Norma transitoria: limitatamente ai dipendenti che non hanno aderito alla CADGI entro i termini stabiliti dalla stessa è consentito di poter aderire alla CADGI in luogo di Metasalute, entro e non oltre il 20/11/2017.

I soci receduti non potranno più aderire alla C.A.D.G.I.. 

I soci possono beneficiare delle prestazioni della C.A.D.G.I. a partire da quelle fruite nel mese successivo a quello di adesione. 

I soci il cui rapporto di lavoro con IBM è stato originato da un'acquisizione d'azienda ai sensi e per tutti gli effetti della Legge 29-12-1990, n. 428, art 47 e successive modificazioni, qualora risultasse che nell'azienda di provenienza fosse stato presente  un fondo sanitario al quale risultassero iscritti  e, ferma restando l'adesione alla CADGI contestualmente all'acquisizione in IBM, potranno fruire delle prestazioni della CADGI medesima a partire dal giorno stesso di adesione.

La cessazione del rapporto di lavoro intercorso con una società IBM, come definita nel precedente paragrafo, seguita senza soluzione di continuità dalla riassunzione presso un'altra società IBM, come definita nel precedente paragrafo, non comporta la perdita della qualità di Socio né modifica l'anzianità aziendale del Socio per quanto previsto dallo Statuto, dai Regolamenti e dal Regolamento elettorale della C.A.D.G.I..

 

vai all'inizio

 

ART. 3 BIS - SOCI ONORARI


Oltre che le persone definite all'articolo precedente, possono aderire ai soli programmi sanitari anche i dipendenti delle società IBM, come definite nell'articolo precedente, che abbiano lasciato le società per il pensionamento, dopo aver maturato almeno 10 anni di contribuzione anche non continuativa presso la C.A.D.G.I., che ne abbiano fatto richiesta al momento del pensionamento e che abbiano acquisito la qualifica di soci entro il 31/12/2007 (di seguito denominati SOCI ONORARI). 

I soci onorari non possono partecipare alle elezioni del Consiglio di Amministrazione, ne possono candidarsi allo stesso. 

I soci onorari possono recedere con comunicazione inviata alla C.A.D.G.I. con raccomandata con avviso di ricevuta o e-mail a info@cadgi.it; il recesso ha valore dal 1° gennaio dell'anno successivo.

I soci onorari receduti non potranno più aderire alla C.A.D.G.I.. 

Il mancato pagamento della quota del premio annuale da parte del socio onorario entro il termine stabilito provoca la sospensione delle prestazioni. Il mancato pagamento dopo i termini stabiliti dal sollecito provoca la definitiva esclusione dalla C.A.D.G.I. . I soci onorari esclusi non potranno più aderire alla C.A.D.G.I. .

Di seguito, ove non espressamente indicato, con la dizione "Soci" si intendono entrambi i tipi di soci.

Si intendono equiparati a tutti gli effetti ai soci onorari tutti coloro:

1.      Che, sulla base dell'accordo ministeriale del 17/12/1993 e dell'accordo ministeriale del 22/5/1995 sono stati posti in mobilità e che, senza soluzione di continuità, hanno acceduto al trattamento pensionistico di anzianità o di vecchiaia. 

2.      Che cesseranno il rapporto di lavoro entro il 31/12/2005 in conseguenza dell'adesione ai programmi o proposte di dimissioni incentivate promossi dall'Azienda entro il 30/06/2005 e che contestualmente matureranno i requisiti per il diritto alla pensione entro il 31/12/2007 e accederanno al trattamento pensionistico alla prima data utile; per costoro

a)     rimane fermo il requisito base dei 10 anni di contribuzione alla C.A.D.G.I. anche in periodi non continuativi;

b)     ai fini del raggiungimento di tale requisito, sarà considerato utile anche il periodo tra la cessazione del rapporto di lavoro e la data di maturazione dei requisiti per il diritto alla pensione entro il 31/12/2007;

c)     nel medesimo periodo non devono intervenire rapporti di lavoro di qualsiasi tipo.

La società verserà alla C.A.D.G.I. un contributo straordinario a copertura delle spese sostenute dalla C.A.D.G.I. stessa. Quanto sopra in accordo fra C.A.D.G.I. e IBM Italia. 

3.      Si intendono inoltre equiparati a tutti gli effetti ai soci onorari tutti coloro che:

a.       hanno sottoscritto, entro il 31 dicembre 2011 un accordo con l'azienda per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro che prevede la cessazione del rapporto di lavoro coincidente con la maturazione dei requisiti contributivi necessari per accedere al trattamento pensionistico di anzianità o di vecchiaia secondo la normativa previdenziale e di legge applicata fino a tutto il 31 dicembre 2011 (ovvero antecedentemente alla riforma previdenziale promossa dal Governo Monti);

b.       auto certificheranno di aver sottoscritto l'accordo di risoluzione consensuale del rapporto di cui al punto a.;

c.       auto certificheranno i requisiti contributivi di cui al punto 2, fermo restando la possibilità per la CADGI di richiedere la documentazione a supporto del diritto al trattamento pensionistico di anzianità o di vecchiaia secondo la normativa previdenziale e di legge applicata fino a tutto il 31 dicembre 2011 (ovvero antecedentemente alla riforma previdenziale promossa dal Governo Monti).  

4.          Si intendono inoltre equiparati a tutti gli effetti ai soci onorari tutti coloro che, in conseguenza e applicazione degli Accordi Sindacali:

  • del 19 luglio 2013 e dell'Accordo Ministeriale del 24 luglio 2013

  • del 14 marzo 2014

  • del 11 dicembre 2014

  • del 19 maggio 2016 e dell'Accordo Ministeriale del 27 maggio 2016

  • del 2 febbraio 2017 e dell'Accordo Ministeriale del 21 febbraio 2017

  • del 7 novembre 2018

  • del 26 giugno 2019

  1. sono stati posti in mobilità o in NASPI;
    1. senza soluzione di continuità, matureranno il diritto al trattamento pensionistico nelle sue diverse forme (es. pensione anticipata, vecchiaia, opzione donna) e presenteranno la domanda di pensione sia entro il termine di scadenza della mobilità o NASPI ai sensi degli accordi 2017 (TABELLE A e B), che entro l'ulteriore termine di 12 mesi per l'accordo del 19 luglio 2013 e dell'Accordo Ministeriale del 24 luglio 2013, 13 mesi per l'Accordo del 14 marzo 2014, 14 mesi dalla scadenza stessa per gli accordi del: 11 dicembre 2014, 19 maggio 2016 e 2 febbraio 2017 (TABELLE C), ove previsto dagli accordi citati in epigrafe. Inoltre, solo per coloro che hanno aderito volontariamente alla procedura di Mobilità del 6 dicembre 2016 conclusasi con l'accordo del 2 febbraio 2017 (TABELLA D) e che raggiungano i requisiti pensionistici entro e non oltre il 31/12/2020, punto 5 del suddetto Accordo.
    2. senza soluzione di continuità, matureranno il diritto al trattamento pensionistico nelle sue diverse forme ai sensi dell’Accordo sindacale del 7 novembre 2018 (TABELLE A e B)
    3. senza soluzione di continuità matureranno il diritto al trattamento pensionistico nelle sue diverse forme ai sensi dell’Accordo sindacale del 26 giugno 2019 (TABELLE A, B, C e E). Coloro che cesseranno il rapporto di lavoro con l’opzione TABELLA D, ancorchè a seguito di eventi come riscatti contributivi o modifiche legislative di miglior favore dovessero maturare i requisiti pensionistici dopo il 30 settembre 2019, non saranno eleggibili alla qualifica di socio onorario
  2. dovranno avere acquisito la qualifica di socio dipendente entro il 31/12/2007;
  3. aver acquisito 10 anni di contribuzione alla C.A.D.G.I anche per periodi non continuativi; ai fini del raggiungimento di quest'ultimo requisito, sarà considerato utile anche il periodo tra la cessazione del rapporto di lavoro e la data del pensionamento.
  4. nel medesimo periodo non devono intervenire rapporti di lavoro di qualsiasi tipo; le sole eccezioni riguardano la regolare partecipazione a iniziative di attivazione lavorativa e a percorsi di riqualificazione professionale proposti dalle strutture pubbliche competenti;
  5. il socio sarà tenuto, al momento del pensionamento, a darne comunicazione alla   C.A.D.G.I. che si riserva la facoltà di richiedergli  la documentazione comprovante detto avvenuto pensionamento

I soci equiparati ai soci onorari, in caso di non accesso al trattamento di pensione alla prevista data di decorrenza o di cancellazione dalle liste di mobilità / NASPI per motivi diversi dal pensionamento, saranno esclusi dalla C.A.D.G.I. ad esclusione di quanto previsto per il personale al quale sono stati applicati gli Accordi Sindacali del 19 e 24 luglio 2013 e del 14 Marzo 2014, e del 11 dicembre 2014, del 19 maggio 2016 e del 27 maggio 2016, del 2 febbraio 2017 e 21 febbraio 2017, del 7 novembre 2018, del 26 giugno 2019 ovvero le fattispecie descritte nei sopra specificati punti b.1 e b.2 e b.3

5. I Dipendenti che usufruiranno dei trattamenti previsti della tabelle A, B, e C dell'Accordo Sindacale del 14 marzo 2014 e hanno assunto la qualifica di Socio Dipendente dopo il 31/12/2007 o non hanno una anzianità contributiva maggiore o uguale a 10 anni , fruiranno delle prestazioni della CADGI limitatamente al periodo di mobilità e all' eventuale successivo periodo massimo di 13 mesi.

6. I Dipendenti che usufruiranno dei trattamenti previsti della tabelle A, B, e C dell'Accordo Sindacale del 11 dicembre 2014 e hanno assunto la qualifica di Socio Dipendente dopo il 31/12/2007 o non hanno una anzianità contributiva maggiore o uguale a 10 anni , fruiranno delle prestazioni della CADGI limitatamente al periodo di mobilità e all' eventuale successivo periodo massimo di 14 mesi.

7. I Dipendenti disabili usciti dall’azienda che percepiscono l'assegno ordinario di invalidità e che abbiano una percentuale di invalidità tale da consentire l'accesso alla pensione anticipata di vecchiaia e che tale condizione si realizzi entro un periodo di tempo pari alla durata della NASPI.

Le prestazioni saranno fornite ai soci onorari e ai soci equiparati che, avendo maturati i requisiti per il godimento della pensione ed avendo acceduto alla pensione stessa alla prima data di decorrenza utile o a quella indicata nelle deroghe precedentemente specificate, da tale data permangono titolari di pensione. Le medesime persone dovranno sottoscrivere una lettera di impegno a comunicare alla società le eventuali variazioni del loro stato.

 

vai all'inizio

 

 

Organi della C.A.D.G.I.

 

ART. 4 - ORGANI DELLA C.A.D.G.I

Organi della C.A.D.G.I. sono:

1.      Il Consiglio d’Amministrazione;

2.      La Giunta Amministrativa;

3.      Il Presidente;

4.      Il Collegio Sindacale.

 

vai all'inizio

 

Il Consiglio d’Amministrazione

 

ART. 5 - COMPOSIZIONE ED ELEGGIBILITÀ


Il Consiglio d’Amministrazione è composto di 24 consiglieri, dei quali 18 eletti dai Soci della C.A.D.G.I., secondo le modalità previste nel Regolamento per l'Elezione, e 6 nominati dall’IBM ITALIA.

In caso di rinuncia al mandato o di dimissioni dalle società IBM di un Consigliere eletto, questi verrà sostituito dal primo in graduatoria dei non eletti della stessa circoscrizione elettorale.
Qualora nella stessa circoscrizione non vi siano candidati non eletti verrà nominato Consigliere il primo dei non eletti della circoscrizione avente il maggior rapporto fra elettori e consiglieri in carica.
Qualora la cessazione si riferisca ad un Consigliere nominato dall’IBM ITALIA, questa provvederà ad una nuova nomina.

Qualora, per dimissioni, venisse a mancare la maggioranza dei Consiglieri, il Consiglio resterà comunque in carica per quattro mesi. Entro tale termine dovrà essere eletto un nuovo Consiglio.

 

vai all'inizio

ART. 6 - FUNZIONI DEL CONSIGLIO


Il Consiglio d’Amministrazione: approva il Bilancio di Esercizio della C.A.D.G.I., approva il rendiconto della gestione sanitaria, approva il rendiconto della gestione assicurativa ed elegge il Presidente; elegge, fra i propri membri i componenti della Giunta Amministrativa; nomina i Procuratori e conferisce loro i poteri; provvede a sostituire, secondo il disposto dell'art. 5, i consiglieri che rinuncino al mandato; sceglie i membri del Collegio Sindacale, fra quelli proposti dall’IBM Italia; ratifica i risultati delle elezioni; delibera le modifiche, da sottoporre all'approvazione dell'IBM ITALIA, dello Statuto, del Regolamento per le prestazioni sanitarie, del Regolamento per le elezioni del Consiglio di Amministrazione; conferisce procure per singoli atti o categorie di atti nel quadro delle proprie funzioni; in caso di illecito, su proposta della Giunta Amministrativa, delibera l'esclusione temporanea o definitiva del Socio e dei suoi famigliari dalla partecipazione alla C.A.D.G.I. .

Il Consiglio potrà nominare un Segretario, anche al di fuori dei suoi membri, il quale parteciperà alle riunioni del Consiglio di Amministrazione e della Giunta Amministrativa e provvederà alla redazione dei relativi verbali.

 

vai all'inizio

ART. 7 - CONVOCAZIONI DEL CONSIGLIO


Il Consiglio di Amministrazione è convocato almeno due volte all'anno e, in via straordinaria, dietro richiesta: della Giunta Amministrativa, dell’IBM ITALIA, di almeno un terzo dei componenti del Consiglio stesso.

La convocazione è sottoscritta dal Presidente del Consiglio di Amministrazione. Le convocazioni debbono essere inviate, per iscritto, almeno dieci giorni prima della data della seduta.
La riunione del Consiglio d'Amministrazione è validamente costituita:

a)     In prima convocazione, con la presenza di due terzi dei membri;

b)     In seconda convocazione, con la presenza della metà più uno dei membri.

I Consiglieri possono partecipare solo personalmente e non sono, pertanto, ammessi voti tramite delega.

Le delibere sono prese con il voto favorevole della metà dei presenti più uno.

Fermo quanto sopra le modifiche al presente Statuto possono essere deliberate dal Consiglio d'Amministrazione soltanto con il voto favorevole di almeno due terzi più uno dei componenti.

 

vai all'inizio

La Giunta Amministrativa

 

ART. 8 - COMPOSIZIONE ED ELEGGIBILITÀ

 

La Giunta Amministrativa è presieduta dal Presidente del Consiglio di Amministrazione della C.A.D.G.I. ed è composta da 5 membri così designati:

·         Il Presidente del Consiglio di Amministrazione;

·         Tre membri eletti dal Consiglio fra i propri membri eletti;

·         Un membro scelto dall’IBM ITALIA fra i Consiglieri da essa nominati.

 

I membri eletti dal Consiglio sono così ripartiti:

·         Un membro della circoscrizione n. 1 - Milano-Segrate-Vimercate;

·         Un membro della circoscrizione n. 2 - Lazio;

·         Un membro della circoscrizione n. 3 – Torino.

 

vai all'inizio

ART. 9 - FUNZIONI DELLA GIUNTA

La Giunta Amministrativa:

1.      Esamina e discute la situazione economica ed il bilancio della C.A.D.G.I. per la loro presentazione al Consiglio d'Amministrazione;

2.      Interpreta i Regolamenti della C.A.D.G.I. nei casi dubbi e delibera in merito;

3.      Decide, limitatamente all'aspetto economico e nell'ambito delle voci e delle condizioni previste dai Regolamenti per le prestazioni sanitarie della C.A.D.G.I. , su singoli casi gravi o particolari;

4.      Delibera la convocazione del Consiglio d'Amministrazione;

5.  Assolve i compiti e le responsabilità assegnati dal Regolamento per l'Elezione del Consiglio d'Amministrazione;

6.      Stabilisce le circoscrizioni elettorali per l'elezione del Consiglio d'Amministrazione;

7.      Vigila sull'andamento economico della C.A.D.G.I. e sull'esercizio dell'assistenza;

8.      In caso di illecito propone al Consiglio d Amministrazione l'esclusione temporanea o definitiva del Socio e dei suoi famigliari dalla partecipazione alla C.A.D.G.I. .


La Giunta Amministrativa si riunisce normalmente una volta al mese. Riunioni straordinarie possono essere richieste dal Presidente o da almeno un terzo dei suoi componenti. Le riunioni della Giunta sono validamente costituite con la presenza di almeno tre membri e le deliberazioni sono prese a maggioranza semplice. Ove si debbano prendere decisioni sui rimborsi richiesti da un membro della Giunta, questi dovrà astenersi dal voto.

 

vai all'inizio

ART. 10 - DURATA DELLE CARICHE


I membri del Consiglio d'Amministrazione e della Giunta durano in carica tre anni. I consiglieri uscenti sono rieleggibili.

 

vai all'inizio

Il presidente


ART. 11 - IL PRESIDENTE


Il Presidente del Consiglio di Amministrazione della C.A.D.G.I. :

1.      Rappresenta la C.A.D.G.I. nei confronti dei terzi;

2.      Presiede le riunioni del Consiglio d'Amministrazione e della Giunta;

3.      Firma i verbali delle riunioni del Consiglio e della Giunta;

4.      Firma e presenta al Consiglio d'Amministrazione il bilancio, previo accordo con i Sindaci ed esame della Giunta;

5.      Può richiedere l'intervento del Collegio Sindacale.


In caso di indisponibilità le funzioni di Presidente sono svolte dal consigliere, membro della Giunta Amministrativa, più anziano nella carica.

 

vai all'inizio

Il collegio Sindacale

 

ART. 12 - COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI


Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da tre membri, scelti dal Consiglio d'Amministrazione della C.A.D.G.I. , fra una rosa di almeno cinque nomi proposti da IBM ITALIA.
I revisori dei conti restano in carica quattro anni e possono essere riconfermati.
I componenti il Collegio dei Revisori dei Conti non possono ricoprire altre mansioni all'interno della C.A.D.G.I. o ad esso collegate.


Il Collegio dei Revisori dei Conti:

1.      Verifica e firma il bilancio annuale e la relativa Certificazione di Validità;

2.      Esegue controlli, in piena autonomia, per accertare la correttezza delle operazioni contabili e finanziarie della C.A.D.G.I. ;

3.      Verifica e convalida, periodicamente, le registrazioni contabili del C.A.D.G.I. .


Della propria attività il Collegio dei Revisori dei Conti redige verbali che vengono trascritti sul relativo libro.

 

vai all'inizio

Varie

 

ART. 13 - FONDI

 

I fondi della C.A.D.G.I. sono così costituiti:
Per la gestione delle prestazioni sanitarie:
un contributo, versato mensilmente dai soci pari a
una o più percentuali della retribuzione lorda, o di parte di essa, dagli stessi a qualunque titolo effettivamente percepita; dette percentuali e dette parti vengono stabilite dal Consiglio d'Amministrazione ed approvate dall’IBM; tale approvazione viene espressa dalle singole società IBM con riferimento ai propri dipendenti; il contributo versato dal personale con contratto di lavoro ad orario ridotto o parziale (part-time) è proporzionale al 100% della retribuzione teorica;
un contributo aggiuntivo versato mensilmente dai soci pari allo 0,63% del totale competenze lordo relativo al mese di dicembre dell’anno precedente .
un contributo versato annualmente in anticipo dai soci onorari e da quelli equiparati, in funzione del reddito da pensione effettivamente percepito e documentabile; il Consiglio di Amministrazione determinerà anno per anno l'importo della contribuzione ed il livello di fascia dell'anno successivo.

un contributo, versato annualmente dall’IBM ITALIA e dalle singole consociate, nella misura prevista dall’accordo sindacale attualmente vigente (Allegato1); tale contributo sarà erogato secondo le modalità di seguito indicate :
a decorrere dall’anno2018, la contribuzione alla Cassa per la sola componente aziendale (IBM ITALIA e consociate) sarà pari alla somma di Euro 3.125.000,00 (tremilionicentoventicinquemila/00 euro).
Tale contribuzione sarà comprensiva del costo che IBM Italia e le consociate socie della CADGI al 18/10/2017 dovranno sostenere per l’iscrizione a Metasalute di eventuali dipendenti non soci della CADGI e di coloro il cui contratto di lavoro dovesse essere novato. Il contributo aziendale sarà versato in un’unica soluzione nel mese di febbraio di ciascun anno, al netto della contribuzione dovuta da IBM per l’iscrizione di eventuali dipendenti a Metasalute e di coloro il cui contratto di lavoro dovesse essere novato.

E' fatto obbligo a tutti i soci onorari di inviare copia del modello CUD certificante i redditi percepiti .

In caso di mancata ricezione del  CUD da parte dei soci che hanno effettuato un pagamento della quota diversa da quella massima, i rimborsi saranno sospesi in attesa di definizione della singola posizione. 


vai all'inizio

ART. 13 BIS – SPESE


Tutte le spese di gestione della C.A.D.G.I. sono a carico delle società IBM. L'attribuzione alle singole consociate è proporzionale all'ammontare dei contributi dalle stesse versati nell'esercizio in virtù di quanto previsto al punto 1) del precedente articolo.

 

vai all'inizio

ART. 14 - RECESSO DELLA IBM


L’IBM potrà cessare la sua partecipazione alla C.A.D.G.I., in qualsiasi momento, mediante preavviso di almeno sei mesi, comunicato, per mezzo di lettera raccomandata, al Consiglio d'Amministrazione della C.A.D.G.I. .

In tale evenienza il Consiglio di Amministrazione potrà deliberare lo scioglimento della C.A.D.G.I. .

 

vai all'inizio

ART. 15 – RISERVATEZZA


Qualsiasi notizia concernente lo stato di salute degli Soci è strettamente riservata. Coloro che ne abbiano notizia per ragioni del proprio ufficio, sono tenuti al segreto.

 

vai all'inizio

ART. 16 – APPROVAZIONI


Qualsiasi modifica allo Statuto ed ai Regolamenti dovrà essere sottoposta all'approvazione vincolante della IBM ITALIA.

 

vai all'inizio

ALLEGATO 1

aggiornato il 28/11/2018


 

 

 

 


AREA RISERVATA

Per accedere clicca qui



Numero di polizza 361109948

Sito aggiornato al: 29 GIUGNO 2018
Home   |  Informazioni  |   Convenzioni  |  Rimborsi   |  Modulistica   |  Contatti
CADGI 2014 - TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI | CONDIZIONI DI UTILIZZO DEL SITO E PRIVACY